Nulla ha senso in biologia,
se non alla luce dell'evoluzione.
T. Dobzhansky
anisn.it|Olimpiadi delle Scienze Naturali
Webmaster
Giorgio Bianchini • giorgio.bianchini@sns.it
Pagina Facebook
Raffaele Sarnataro • raffaele.sarnataro93@libero.it
Notizie
Ecco il nuovo Bando delle Olimpiadi delle Scienze Naturali 2018

Per l’anno scolastico 2017/18, l’ANISN organizza la sedicesima edizione delle Olimpiadi delle Scienze Naturali, rivolta agli studenti delle scuole superiori.

È possibile aderire all’iniziativa entro il 15 febbraio 2018. Bando Olimpiadi 2018

Anche quest’anno prevede due distinte categorie: biennio e triennio. La categoria triennio prevede poi due diverse sezioni: Biologia e Scienze della Terra.

Si conferma la sponsorizzazione della prestigiosa Università Humanitas University.

Per gli istituti che hanno attivi più indirizzi (ad esempio, Liceo Classico e Scientifico) sarà possibile iscrivere gli indirizzi separatamente.

Si conferma anche la partecipazione delle squadre italiane alle IBO (Olimpiadi Internazionali di Biologia) e alle IESO (Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra). Lo scorso anno sono state vinte dalle squadre italiane complessivamente due argenti e cinque bronzi!

ALLORA. COSA ASPETTI?

SCARICA IL BANDO E ISCRIVI SUBITO LA TUA SCUOLA!

Bando Olimpiadi 2018

L'Italia alle IESO 2017: ottimo medagliere!

Un ottimo medagliere per la squadra italiana dalle IESO 2017!

Con un programma ricco di visite, eventi, cerimonie, 4 prove pratiche e 2 teoriche, la 11esima edizione delle Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra (IESO), si è conclusa oggi, 29 Agosto, nella suggestiva cornice della Costa Azzurra, sede della Université Côte d’Azur (Francia) che quest’anno ha ospitato la manifestazione.

Tra le 29 squadre partecipanti provenienti da tutto il mondo che hanno preso parte alla manifestazione, l’Italia ha partecipato con un team di quattro studenti selezionati dall’ANISN alla Fase Nazionale delle Olimpiadi delle Scienze Naturali (Biennio e Triennio Scienze della Terra): Riccardo Bernardini, Elio Moreau, Gabriele Quaranta e Samuele Rosso. I mentors accompagnatori della delegazione italiana sono stati i proff. Susanna Occhipinti e Lorenzo Lancellotti.

In questa competizione internazionale, l’Italia si è aggiudicata ben quattro medaglie individuali: due medaglie d’argento (Riccardo Bernardini e Samuele Rosso) e due medaglie di bronzo (Elio Moreau e Gabriele Quaranta). Gabriele Quaranta ha anche vinto l’argento nella gara a squadre internazionali dell’EARTH SCIENCE PROJECT, con un lavoro sul tema “Conoscere la Terra per potere colonizzare altri pianeti”.

Oltre alla grande soddisfazione per dei risultati di ottimo livello, quello che si porta a casa è molto di più: l’atmosfera internazionale vissuta per una settimana intera, con persone interessate alla Scienza provenienti da tutto il mondo, ciascuno portatore delle proprie tradizioni ma con la voglia di condividerle, lo scambio culturale, le chiacchierate informali, gli eventi, le cerimonie e le escursioni creano, come sempre, un clima che favorisce la amicizie e la creazione di rapporti duraturi, basati sull’amore per la conoscenza e sulle esperienze indimenticabili condivise in questa settimana.

Il lavoro degli accompagnatori è stato fondamentale in questi giorni: si sono occupati di tradurre dall’inglese nella propria lingua la grande quantità di prove in cui si sono cimentati i ragazzi, con tematiche che hanno spaziato da dall’irraggiamento solare alle acque sotterranee, al riconoscimento di rocce...

Le IESO sono una competizione relativamente giovane, siamo alla 11esima edizione, ma un numero sempre crescente di nazioni sta prendendo parte di anno in anno a questa manifestazione. L’anno prossimo, la 12esima edizione delle IESO si terrà dal 8 al 17 Agosto presso il Mahidol University Kanchanaburi Campus, Thailandia.

L’Italia partecipa alle IESO grazie all’impegno dell’infaticabile squadra dell’Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali, che organizza le Olimpiadi delle Scienze Naturali a livello regionale e nazionale, e al supporto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dell’Università Humanitas di Milano e della casa editrice Zanichelli.

Congratulazioni ai ragazzi vincitori e complimenti agli accompagnatori per l’ottimo lavoro svolto!

Borsa di studio Humanitas per studenti delle Olimpiadi

Ritenuto che le Olimpiadi costituiscono un’occasione di arricchimento culturale e scientifico nella quale possano distinguersi studenti di talento, motivati a frequentare il corso di laurea in Medicina e Chirurgia in Lingua Inglese di Humanitas University, l’Università ha deciso di mettere a disposizione un esonero dai contributi accademici del valore di 10.000€ annui, rinnovabile per 6 anni.

Possono concorrere all’esonero, i candidati che:

  • abbiano partecipato alle olimpiadi nazionale (IBO) svolgendo sia la prova teorica sia la prova pratica nazionale e si siano classificati tra i primi 20 posti della graduatoria nazionale (graduatoria IBO) delle olimpiadi italiane 2017;
  • si siano iscritti al test di ingresso per studenti comunitari e residenti in Italia per il corso di Medicina e Chirurgia in lingua inglese di Humanitas University del 4 settembre 2017, abbiano sostenuto la prova e si siano classificati in posizione utile per l’accesso, senza considerare i successivi scorrimenti (i.e., se i posti a disposizione per studenti comunitari saranno 80, lo studente dovrà collocarsi entro l’80° posizione);
  • si siano immatricolati al corso di Medicina e Chirurgia in lingua inglese di Humanitas University entro i termini specificati dal bando di concorso.

Qui il bando completo

L'Italia alle IBO 2017

Al termine di un'intensa settimana, densa di cerimonie, visite guidate, eventi, prove pratiche e teoriche, si è conclusa la 28esima edizione delle Olimpiadi Internazionali di Biologia (IBO), che quest'anno si sono tenute presso l'Università di Warwick a Coventry (Regno Unito).

Più di 60 squadre di ragazzi, da altrettanti Paesi diversi del mondo (dal Sudafrica all'Islanda, dal Giappone al Portogallo...) hanno preso parte alla manifestazione, in cui i partecipanti si sono cimentati in tre prove pratiche (Biochimica, Fisiologia dello Sviluppo e Botanica) e due prove teoriche che, con 92 quesiti, spaziavano su un grande numero di argomenti della Biologia: optogenetica, ecologia, evoluzione, etologia, fisiologia animale e vegetale, solo per nominarne alcuni.

La delegazione italiana era composta dalla squadra dei quattro studenti (vincitori della Fase Nazionale delle Olimpiadi delle Scienze Naturali - Triennio Biologia) Mariastella Cascone, Marco Magno, Jacopo Del Deo e Luca Fusar Bassini, e dai membri della giuria Isabella Marini, Anna Pascucci e Giorgio Bianchini.

Mentre i ragazzi, affidati a Keith Chester Dacanay (guida del team italiano e di quello neozelandese), erano impegnati in varie attività culturali, i giurati di tutto il mondo si sono occupati di tradurre dall'inglese (lingua ufficiale) le prove che sono poi state affrontate nei giorni seguenti dagli studenti.

In questo ambiente molto competitivo, la squadra italiana è riuscita ad ottenere tre medaglie di bronzo (Jacopo, Mariastella e Marco) e una menzione di merito (Luca).

Ma, al di là dei risultati tangibili, quello che si porta a casa è molto di più: l'aver passato una settimana in un ambiente stimolante, di competizione sana, con persone provenienti da tutto il mondo, è un'esperienza di arricchimento culturale e personale impareggiabile: i rapporti che si creano hanno il potenziale, se alimentati opportunamente, di durare molto a lungo. L'augurio per i ragazzi è quindi quello di riuscire a portare sempre con sé un pezzetto di questa esperienza, di rimanere in contatto, di continuare questi scambi anche al di fuori dell'ambiente della manifestazione.

Le IBO sono un successo perché sono il risultato, tra alti e bassi, di una cooperazione internazionale che dura ormai da quasi trent'anni: la possibilità di conoscere davvero persone che provengono da culture e impostazioni diverse, senza il filtro dei mezzi di comunicazione, consente di apprezzare il fatto che, se collaboriamo tutti insieme, possiamo realmente ottenere grandi risultati di cui beneficiare tutti.

Il confronto tra i diversi modi di insegnare le Scienze nei vari Paesi, che si è svolto, oltre che con le prove, con la "Education session" (in cui i membri della giuria raccontano l'approccio del loro Paese all'insegnamento delle Scienze), è un'opportunità unica per presentare i successi della scuola italiana e per prendere spunto dalle storie di quelli del resto del mondo.

L'Italia partecipa alle IBO dal 2008 grazie all'impegno dell'infaticabile squadra dell'Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali, che organizza le Olimpiadi delle Scienze Naturali a livello regionale e nazionale, e al supporto del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, dell'Università Humanitas di Milano e della casa editrice Zanichelli.

La 29esima edizione delle IBO si terrà il prossimo anno, dal 15 al 22 luglio, a Teheran, in Iran.

Nella foto, da sinistra a destra, Giorgio Bianchini, Luca Fusar Bassini, Keith Chester Dacanay, Jacopo Del Deo, Mariastella Cascone, Marco Magno, Isabella Marini e Anna Pascucci.

Le Olimpiadi delle Scienze Naturali

In occasione della XV edizione delle Olimpiadi delle Scienze Naturali, la cui Fase Nazionale si è svolta a Senigallia dal 12 al 14 maggio, pubblichiamo una presentazione a cura del Prof. Vincenzo Boccardi che ripercorre la storia e i numeri della manifestazione.

Presentazione Olimpiadi 2017

Risultati delle Olimpiadi delle Scienze Naturali 2017

Nella splendida cornice della cittadina di Senigallia (AN) si è svolta la Fase Nazionale della XV edizione delle Olimpiadi delle Scienze Naturali.

Quasi 150 ragazzi si sono cimentati nelle prove scritte delle tre categorie (Biennio, Triennio Biologia e Triennio Scienze della Terra), affrontando una dura selezione che ha portato solo 40 di loro a svolgere la prova pratica. Di questi, i 20 migliori classificati (5 per il Biennio e il Triennio Scienze della Terra e 10 per il Triennio Biologia) parteciperanno agli stage di preparazione per le Olimpiadi Internazionali di Biologia (IBO) e Scienze della Terra (IESO), ma solo 8 andranno a costituire le squadre italiane.

Alle IESO, che quest'anno si terranno in Costa Azzura (Francia) dal 22 al 29 agosto, parteciperanno Samuele Rosso, Riccardo Bernardini (selezionati dalla categoria Triennio Scienze della Terra), Elio Moreau e Gabriele Quaranta (selezionati dalla categoria Biennio). Marcello Fonda, primo classificato per la categoria Biennio, non può partecipare alla competizione internazionale in quanto ha già ottenuto una medaglia d'argento alle IESO 2016.

Per le IBO, che si svolgeranno a Coventry (Regno Unito) dal 23 al 30 luglio, la squadra italiana sarà costituita da Mariastella Cascone, Marco Adriano Magno, Jacopo Del Deo e Luca Fusar Bassini, che si sono classificati nelle prime quattro posizioni della categoria Triennio Biologia.

Le graduatorie complete sono qui allegate e disponibili anche su questo sito, nella sezione dedicata all'edizione corrente delle Olimpiadi.

Graduatoria Ufficiale
Comunicato Ufficiale

Programma delle Olimpiadi delle Scienze Naturali e Giochi delle Scienze Sperimentali 2017

Ecco il programma delle Olimpiadi delle Scienze Naturali e Giochi delle Scienze Sperimentali 2017!

L'evento si svolgerà a Senigallia da venerdì 12 a domenica 14 maggio 2017. Gli studenti saranno alloggiati presso l'Hotel Mastai (sito in Via N. Abbagnano 12) e le prove si svolgeranno sabato mattina nell'Istituto Corinaldesi (in Via T. D'Aquino 4), nell'Hotel Mastai e nel Liceo Medi (Viale IV Novembre, 21).

Nel pomeriggio di sabato, per gli studenti che non sono impegnati nelle prove pratiche, sono previste delle escursioni guidate a Senigallia o al Monte Conero.

La premiazione, con la proclamazione dei vincitori dei Giochi e delle Olimpiadi e degli studenti ammessi ai training IBO e IESO, avverrà domenica mattina.

Comunicato ufficiale dell'ANISN

Programma Olimpiadi 2017

Programma Olimpiadi 2017 (versione stampabile)

Locandina delle Olimpiadi delle Scienze Naturali 2017

Ecco la locandina delle Olimpiadi delle Scienze Naturali 2017!

Ricordiamo che le iscrizioni sono aperte fino a lunedì 27 febbraio!

Locandina Olimpiadi 2017

Proroga termine iscrizione Olimpiadi delle Scienze Naturali

Viste le numerose richieste pervenute in proposito, d’intesa con la segreteria della gara, il termine per le iscrizioni delle scuole alle Olimpiadi delle Scienze Naturali è stato prorogato a lunedì 27 febbraio 2017.

ALLORA. COSA ASPETTI?

SCARICA IL BANDO E ISCRIVI SUBITO LA TUA SCUOLA!

Bando Olimpiadi 2017

Ecco il nuovo Bando delle Olimpiadi delle Scienze Naturali 2017

Aggiornamento: il termine per le iscrizioni delle scuole alle Olimpiadi delle Scienze Naturali è stato prorogato a lunedì 27 febbraio 2017!

Per l’anno scolastico 2016/17, l’ANISN organizza la quindicesima edizione delle Olimpiadi delle Scienze Naturali, rivolta agli studenti delle scuole superiori.

È possibile aderire all’iniziativa entro il 15 febbraio 2017. Bando Olimpiadi 2017

Anche quest’anno prevede due distinte categorie: biennio e triennio. La categoria triennio prevede poi due diverse sezioni: Biologia e Scienze della Terra.

Si conferma la sponsorizzazione della prestigiosa Università Humanitas University.

Per gli istituti che hanno attivi più indirizzi (ad esempio, Liceo Classico e Scientifico) sarà possibile iscrivere i due indirizzi separatamente.

Si conferma anche la partecipazione delle squadre italiane alle IBO (Olimpiadi Internazionali di Biologia) e alle IESO (Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra). Lo scorso anno sono state vinte dalle squadre italiane complessivamente due argenti e sei bronzi!

ALLORA. COSA ASPETTI?

SCARICA IL BANDO E ISCRIVI SUBITO LA TUA SCUOLA!

Bando Olimpiadi 2017

Olimpiadi Internazionali 2016: ancora un ottimo risultato per le squadre italiane!

Anche per quest'anno si è conclusa la fase internazionale delle Olimpiadi delle Scienze Naturali, con le Olimpiadi Internazionali di Biologia (IBO) che si sono svolte dal 17 al 24 luglio ad Hanoi, in Vietnam, e le Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra (IESO) che si sono tenute a Mie, in Giappone, dal 20 al 28 agosto.

Le squadre italiane, preparate dall'ANISN in collaborazione con vari enti di ricerca, hanno conseguito ancora una volta un ottimo risultato: in entrambe le competizioni, l'Italia porta a casa una medaglia d'argento e tre medaglie di bronzo, dimostrando la competitività dei nostri ragazzi, dei docenti di Scienze Naturali e della scuola italiana anche in un contesto internazionale.

La squadra italiana per le Olimpiadi Internazionali di Biologia è stata accompagnata in Vietnam da Isabella Marini, Anna Pascucci e Stefania Grillo, ed era composta da Guido Narduzzi (bronzo), Pasquale Miglionico (argento), Mauro Battipede (bronzo) e Mariastella Cascone (bronzo), mentre la squadra per le Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra, composta da Marcello Fonda (argento), Alessandro Chiappori (bronzo), Marco Adriano Magno (bronzo) e Gabriele Bentivoglio (bronzo) era accompagnata da Susanna Occhipinti, Emanuele Piccioni e Lorenzo Lancellotti.

In entrambi i casi, i "giovanissimi" si fanno valere: il bronzo di Mariastella Cascone, al terzo anno del L. S. "Galilei" di Catania, e l'argento di Marcello Fonda, al primo anno del L. S. "Galilei" di Trieste, fanno ben sperare per il futuro delle squadre italiane; accade spesso, infatti, che i ragazzi che partecipano con successo alle Olimpiadi prima di finire la scuola, ritornino gli anni successivi per risultati sempre migliori: esempi di ciò sono Guido Narduzzi, già selezionato per lo stage di preparazione alle IBO dell'edizione 2015, la stessa Mariastella, che aveva vinto un argento alle IESO 2015 e un bronzo alle Olimpiadi Internazionali di Astronomia (IAO) del 2014, e Pasquale Miglionico, già "reduce" di un argento alle IBO 2015, di un oro alle IAO 2014 e di un oro alle IESO 2013.

Un segno di incoraggiamento, dunque, per i ragazzi che si affacceranno a queste gare nel prossimo anno scolastico, che sia la loro prima volta, o che vi si siano già cimentati in passato: si può fare!

Non dimentichiamo tuttavia che, sebbene le medaglie e i risultati internazionali siano il risultato "tangibile" dello sforzo profuso durante la preparazione, le Olimpiadi non sono solo questo: parte fondamentale della manifestazione sono i forti e duraturi legami di amicizia che si formano tra ragazzi di diverse culture, senza i quali la gara perderebbe la propria dimensione umana e si ridurrebbe a pura competizione. E, se i buoni risultati ottenuti possono farci sperare per il futuro della scuola italiana, la forza delle Olimpiadi continua a rimanere nei legami che si creano.

Quindi, a prescindere dal risultato, grazie ragazzi!

Assisi Science Summer School

Al Convitto Nazionale "Principe di Napoli" di Assisi si sta svolgendo la Summer School organizzata in collaborazione con ANISN (che finirà il prossimo 2 luglio).

Le tematiche affrontate riguardano i vari aspetti delle Scienze Sperimentali, della Biologia, delle Scienze della Terra (Astronomia, Geologia, Cartografia, Meteorologia, Climatologia, Paleontologia, ecc.), con lo scopo di approfondire alcuni argomenti di attualità e di creare uno spirito di squadra, offrendo l’opportunità di vivere una esperienza di studio, di ricerca e di condivisione a un gruppo di studenti meritevoli, appassionati di Scienze Naturali e della loro storia, che si siano distinti nel profitto scolastico o nelle precedenti edizioni delle Olimpiadi delle Scienze Naturali.

Accedi al sito del Convitto Nazionale "Principe di Napoli"

Accedi al gruppo Facebook dell'Assisi Science Summer School

Borsa di studio Humanitas University

Anche per l'Anno Accademico 2016/17 l'Humanitas University (dal 2015 partner di ANISN per le Olimpiadi delle Scienze Naturali) offre una borsa di studio per uno studente che ha partecipato alle Olimpiadi.

Per poter accedere alla borsa di studio, è necessario essersi classificati nei primi 20 posti della graduatoria valida per la selezione per le IBO, aver superato il test di ammissione al corso di Laurea Magistrale in Medicina in lingua inglese di Humanitas University classificandosi entro l’80° posizione ed essersi immatricolati al corso entro i termini previsti dal relativo bando. Se più di uno studente dovesse iscriversi al corso, la borsa verrebbe assegnata allo studente migliore classificato nella graduatoria delle Olimpiadi.

La borsa di studio, di valore pari a 10.000€ l’anno, verrà utilizzata per decurtare i contributi accademici dovuti dallo studente e sarà rinnovata annualmente a condizione di rispettare un livello di profitto minimo.

L’Università è strettamente integrata con le strutture cliniche e di ricerca dell’Istituto Clinico Humanitas, studiato come caso di management della Harvard Business School, certificato per la sua qualità clinica da Joint Commission International e considerato da SCImago nel top 6% al mondo per l’eccellenza delle pubblicazioni scientifiche.

Humanitas University, dove l’insegnamento della medicina è condotto interamente in lingua inglese, vuole distinguersi per il respiro internazionale: vanta un elevato numero di docenti, ricercatori e studenti stranieri, a partire dalla visiting faculty, che include Premi Nobel e ricercatori di fama internazionale.

Grazie all’utilizzo di metodologie didattiche multidisciplinari, interattive e pratiche e alla collaborazione con il National Board of Medical Examiners statunitense, Humanitas University vuole preparare i suoi studenti ad affrontare ogni percorso di carriera, nella clinica come nella ricerca, in Italia o all’estero.

Scarica il Regolamento per la borsa di studio.

Visita il sito di Humanitas University per informazioni sul test di ammissione e sulle rette e borse di studio.

Training IBO 2016

Lo stage di preparazione alle Olimpiadi Internazionali di Biologia (IBO) si terrà al CNR di Napoli - Portici dal 06/06/2016 all'11/06/2016.

I partecipanti (i primi 10 classificati della graduatoria Triennio Biologia delle Olimpiadi di Scienze Naturali 2016) alloggeranno presso il Vesuvian Institute, situato a Castellammare di Stabia (NA).

Clicca qui per scaricare il programma dello stage!

Online la nuova sezione del sito ANISN dedicata alle Olimpiadi!

È finalmente online la nuova sezione del sito ANISN dedicata alle Olimpiadi delle Scienze Naturali!

In questa sezione (gestita da studenti ex-olimpionici) è possibile trovare, raccolte in maniera intuitiva e facile da raggiungere, tutte le informazioni riguardo alle Olimpiadi nazionali e internazionali, insieme ad alcune simulazioni di prove.

Al sito si accompagna una pagina facebook dedicata (Olimpiadi delle Scienze Naturali - ANISN), dove saranno condivise tutte le news relative alle gare.

Fase Nazionale Olimpiadi e Giochi

Il 7 e 8 maggio si svolgerà a Senigallia la Fase Nazionale delle Olimpiadi delle Scienze Naturali e dei Giochi delle Scienze Sperimentali.

Comunicato per le Olimpiadi 2016

Programma della manifestazione

Ecco il nuovo bando delle OLIMPIADI DELLE SCIENZE NATURALI 2016

Per l’anno scolastico 2015/16, l’ANISN organizza la quattordicesima edizione delle Olimpiadi delle Scienze Naturali, rivolta agli studenti delle scuole superiori.

E’ possibile aderire all’iniziativa entro il 29 febbraio 2016. Olimpiadi Bando 2016 modificato

Ecco le principali novità di quest’anno

1. Come sempre la gara prevede due distinte categorie: biennio e triennio. Da quest’anno la categoria triennio prevede però due diverse sezioni: Biologia e Scienze della Terra.

2. Si conferma la sponsorizzazione della prestigiosa Università Humanitas University.

3. Per gli istituti che hanno attivi più indirizzi (p. es liceo classico e scientifico) sarà possibile iscrivere i due indirizzi separatamente.

4. Si conferma la partecipazione di 2 squadre italiane alle IBO (Olimpiadi Internazionali di Biologia) e alle IESO (Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra). Lo scorso anno sono state vinte dalle squadre italiane complessivamente cinque argenti e tre bronzi!

ALLORA. COSA ASPETTI?

SCARICA IL BANDO E ISCRIVI SUBITO LA TUA SCUOLA!

Olimpiadi Bando 2016 modificato